Vendere e comprare casa nello stesso momento

Casa

Può capitare di voler vendere e comprare casa contemporaneamente.

Per esempio alcuni hanno intenzione di realizzare la vendita della loro casa in cui vivono e poi accedere ad un mutuo, per poter utilizzare tutti i ricavati per l’acquisto di una casa che desiderano particolarmente.

Ma come vendere e comprare casa contemporaneamente?

Ci sono spesso molti dubbi in cui chi desidera fare questa operazione si ritrova.

Comprare e vendere casa contemporaneamente non è certo molto facile, ma non è impossibile. Basta soltanto utilizzare le giuste accortezze, che sono poi sempre quelle che si usano nel cambiare casa. Ma andiamo più nei dettagli e vediamo che cosa tenere in considerazione.

Vendere casa e comprare contemporaneamente: i fattori da analizzare

Come comprare casa? È possibile vendere casa e poi con i soldi guadagnati fare un investimento che possa essere redditizio nel tempo? Innanzitutto bisogna valutare la propria posizione lavorativa. Occorre chiedersi se si ha un lavoro stabile, se si hanno dei risparmi da parte e se si sia in possesso di una casa di proprietà che può essere facilmente venduta. Il mercato immobiliare infatti negli ultimi tempi è per certi versi molto cambiato, perché sono mutate le esigenze dei clienti anche in seguito alla crescita o alla riduzione dei nuclei familiari. Proprio per questo motivo, per evitare di correre rischi quando si è già in corso d’opera, bisogna fin dall’inizio mettere a punto una strategia basata su mosse pianificate.

D’altronde i tempi troppo lunghi rischiano anche di ridurre le possibilità di vendita, infatti nel frattempo il potenziale acquirente si sentirebbe libero di valutare altre eventuali proposte. Per quanto riguarda l’aspetto economico, bisognerebbe avere ben chiaro il valore della casa che si è deciso di vendere. Questo punto è molto importante, perché i soldi che ricaviamo dalla vendita costituiranno un punto di partenza per un nuovo acquisto.

Bisogna quindi avere ben presente il target della casa che si vuole acquistare, anche per valutare se tutta l’operazione è sostenibile finanziariamente o se bisogna ricorrere a qualche altra forma di guadagno, per poter concludere tutto senza problemi. In questo senso potrebbe essere fondamentale l’intervento della banca. Non per forza dovremo scegliere quella che abbiamo da tanti anni. Bisogna scegliere tra più proposte per scegliere le condizioni migliori o anche per avere a disposizione diverse alternative, nel caso in cui ci fosse bisogno di cambiare durante il percorso intrapreso. Naturalmente le valutazioni e la proposta delle condizioni da parte degli istituti di credito anche nell’eventualità di voler accedere ad un mutuo devono essere rilasciate non in forma verbale, ma devono essere scritte e devono tener conto del reddito personale e dell’immobile che si è scelto. Nel comprare casa bisogna valutare anche i costi per l’acquisto di un immobile nuovo, specialmente se esso è da ristrutturare.

Ci sono spese accessorie che magari non avevamo considerato, come quelle relative alla demolizione, allo smaltimento dei materiali e le somme da pagare per le pratiche edilizie. Tuttavia è bene precisare che, ristrutturando l’immobile, se si apportano interventi di efficienza energetica, si può beneficiare di una detrazione fiscale considerevole.

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

error: Contenuto Protetto!